Tacchino (ubriaco) alla Birra e Cipolle

tacchino alla birra e cipolle

Tacchino alla Birra

Se’ svappata una birra in frigo dimenticata da troppo tempo? Ubriachiamoci un tacchino!

Ingredienti:

  • Birra svappata (non più edibile), 33cl circa;
  • Un petto di tacchino;
  • Cipolle o scalogno;
  • Olio di semi (buoni);
  • Farina, un pizzico;
  • Sale, Zucchero, Cannella, Pepe, qubbì.

Procedimento: prendete un bel petto di tacchino e massaggiatelo con sale, poca cannella e pepe a piacimento, lasciatelo riposare (dopo il massaggio va sempre bene relax con tisana). In una pentola di acciaio con fondo spesso, scaldate un dito di olio di semi fino a farlo diventare bollente, ma non superate il punto di fumo, mi raccomando… il fumo fa male anche all’olio. Rosolate a fuoco vivissimo per alcuni minuti entrambi i lati, dopodiché estraete il tacchino e lasciatelo riposare qualche minuto (magari dategli un’altra tisana).

Nel frattempo buttate via l’olio, versatene un altro goccio nella pentola e fate imbiondire le cipolle (o meglio ancora, lo scalogno). Quando saranno pronte, metteteci il tacchino massaggiato e rilassato e la birra. Cucinate qualche minuto a fuoco vivo e pentola scoperta, dopodiché abbassate la fiamma al minimo, coprite, e lasciate che il tacchino si faccia il bagno di vapore per 30 minuti.

Controllate la cottura con il trucco dello stuzzicadente: infilatelo fino a metà, se dopo averlo estratto dal forellino non fuoriescono sughi acquosi, è pronto.  Quindi togliete il tacchino massaggiato, rilassato e cotto, aggiungete al liquido di cottura un cucchiaino di zucchero (o poco meno miele), un pizzico di farina e lasciate cuocere a fuoco vivo qualche minuto, al termine dei quali frullerete con il minipimer (aaah che meraviglia il minipimer).

Kit Spa per il tacchino acquistabile separatamente.

Tacchino (ubriaco) alla Birra e Cipolleultima modifica: 2015-10-08T22:30:16+00:00da fedesganzy
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *

*