Pasta Verze e Patate, piatto montanaro

pasta verze e patate

Pasta Verze e Patate

 

Primo piatto calorico ed invernale tipicamente montanaro che può essere realizzato nelle varietà onnivora, vegetariana, vegana.

 

 

 

Cavolo verza

Cavolo Verza

 

Partiamo con la definizione, non sempre facile a causa della meravigliosa variabilità della lingua italiana in base alla latitudine, del cavolo verza da utilizzare. Si tratta di questa variante (foto di Wikipedia).

 

E veniamo agli ingredienti:

  • Mezza Verza;
  • Due Patate già lessate;
  • Pasta;
  • Pancetta e Pecorino (variante onnivora);
  • Solo Pecorino (variante vegetariana);
  • Niente di più (variante vegana).

Procedimento: togliete le foglie esterne della verza e tenetele per altre meravigliose preparazioni, tagliate in due il cesto centrale ed affettatene una metà finemente. Mettete a bollire l’acqua salata per la pasta ma immergetevi la verza tagliata e cucinate per 10 minuti circa. Nel frattempo, in una padella fate saltare abbondante olio, qualche pezzo di pancetta (variante onnivora), copioso aglio e le patate già lessate tagliate a pezzetti. Quando pronte, unite le verze (senza buttare l’acqua di cottura) e continuate a cucinare. Cuocete la pasta nell’acqua di cottura delle verze. Quando è al dente scolatela e finite la cottura a fuoco vivo per due minuti nella padella, amalgamando il tutto con poca acqua di cottura.

Abbondate di pepe nero. Servitela con generosa spolverata di pecorino (per la variante vegetariana) o così come si trova (variante vegana).

Impiattate cantando “Quel mazzolin di fiori” o “Tapum” per i nostalgici dell’unificazione. D’obbligo vino rosso e grandi manate sulle spalle, alla montanara.

Pasta Verze e Patate, piatto montanaroultima modifica: 2014-11-14T10:07:36+00:00da fedesganzy
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *

*