Riutilizzare scarti di PESCE

Che lo comprate a fare il dado per brodo di pesce? Non lo comprate? Meglio, ora ce lo facciamo in casa.

Quello che faremo, per essere precisi, i grandi cuochi lo chiamano “Fumetto di Pesce“… ma nfumetto,pesce,fedesganzyoi che siamo solo uomini che cucinano (Mengacci, NdR) lo chiameremo brodo di pesce concentrato e ci servirà da base per tutte le future preparazioni a base di pesce (cous cous, pesce in padella, ma anche semplici spaghetti al tonno e così via); la novità pratica che vi suggerisco è di metterlo una volta raffreddato, in un sacchetto per cubetti di ghiaccio così da prelevare di volta in volta solo la quantità che ci serve dal freezer.

Preparazione: nient’altro che scarti di pesce (teste, lische, teste di crostacei etc etc), verdure per il brodo (cipolla, patata, sedano, carota etc etc), sale grosso, il tutto fatto bollire a luuuuuuungo. Una volta raffreddato, come dicevo sopra, filtrato e messo nei sacchetti per cubetti di ghiaccio, quando vi serve ne prendete uno, due, tre, ma anche quattro, cinque, financo sei, sette… devo continuare?

Riutilizzare scarti di PESCEultima modifica: 2011-09-09T09:50:00+00:00da fedesganzy
Reposta per primo quest’articolo

Un pensiero su “Riutilizzare scarti di PESCE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *

*